Android vs iOS: chi vince?

Per capire se sia più performante l’una o l’altra ‘squadra’, bisogna andare a vedere singolarmente quali siano le preferenze dell’utenza. In pratica, il perché i clienti si orientano verso l’uno o l’altro prodotto. Dunque, analizziamo da vicino gli aspetti principali che caratterizzano questi due eccellenti sistemi operativi.

Android vs iOS: chi vince?

Tra gli aspetti principali che si possono ricercare in questi due prodotti, solo uno è quello che fa smuovere l’asticella. Infatti, tra ciò che uno ha in più dell’altro o in meno dell’altro, alla fine si equivalgono. C’è però un aspetto che li rende molto diversi, ovvero il tipo di clientela che vi si rivolge.

Infatti, stando ad una ricerca degli esperti che seguono da tempo questi due colossi della tecnologia, chi si rivolge a smartphone con iOS sono coloro che non badano a spese, mentre coloro che si dirigono verso prodotti con Android, sono quelle persone che cercano di spendere meno e si buttano sulle offerte. Questa ricerca sembra dare conferma alla storica teoria secondo la quale iPhone sarebbe sinonimo di lusso e Android invece di convenienza.

Dunque, pare che i due sistemi operativi se la giochino sul gruppo di nicchia che oramai caratterizza il suo bacino di vendita. iOS non potrà scendere sotto gli standard qualitativi attuali per non perdere clientela, e lo stesso dovrà fare Android rivolgendo la sua opera verso smartphone che rimangano sempre al di sotto di una certa fascia di prezzo.

Alla fine, però, tra i due chi vince la sfida finale? Purtroppo, se vi aspettavate una risposta definitiva questa non c’è, perché se iOS vince in termini di standard più elevati, perde in termini di grandi masse che non possono permettersi certe cifre. Se uno è migliore per i giochi, l’altro è migliore nella velocità di risposta. Insomma, non vi sono elementi veri e propri che possano far propendere la scelta vero l’uno o l’altro.

Come sempre tutto è molto personale e soggettivo, e forse ci vorranno anche degli anni prima che uno dei due eccella completamente sull’altro, e allora potremo dire con certezza quale sia il vincitore di questa eterna sfida tecnologica.